Il Natale a tavola

La tradizione enogastronomica dell’Emilia-Romagna è tra le più rinomate d’Italia e il suo cibo è il più famoso al mondo secondo la Lonely Planet, che l’ha recensita come la destinazione BEST IN EUROPE 2018!

In particolar modo i “primi” sono i piatti più sentiti e più riproposti. Ma esistono anche alcuni dolci reggiani tipicamente natalizi che vogliamo proporvi ! 😋

Tortellini fritti

Un dolce della tradizione reggiana che affonda le sue origini nel periodo rinascimentale sono i tortellini fritti e al forno che rappresentano un goloso connubio tra dolce e salato. Ripieni di crema pasticcera, marmellata o pesto natalizio (squisito ripieno fatto di marmellate, castagne, noci, pinoli, caffè in polvere, rum o sassolino) non mancano mai sulle tavole in occasione del Natale.

👉  Scopri la ricetta sul nostro sito turismo.comune.re.it! 

Biscione

Il biscione reggiano è un dolce natalizio di antica tradizione, composto da ingredienti semplici come mandorle dolci, zucchero, albumi d’uovo, ma dalla lavorazione assai complessa. La pasta di mandorle viene plasmata in forma di serpente o di drago, a spirale e anche piuttosto lunga (i maestri pasticceri della città ne hanno realizzate della lunghezza di decine di metri). Una volta cotto in forno, il biscione viene ricoperto di meringa e decorato con canditi.

Alcune fonti sostengono che la versione del dolce attualmente più diffusa sia stata inventata in una pasticceria della città il cui titolare aveva diversi pasticceri reggiani e dieci da differenti parti dell’Italia, lo avrebbe inventato per regalarlo ai suoi dipendenti a Natale. Altre fonti ricordano invece che in tutta Italia si producono dolci simili, con ampie differenze locali: bissòlo a Milano, bicciolano a Vercelli, bisolàn a Piacenza, busilàn a Parma, bussolà in Veneto.

👉   Scopri la ricetta sul nostro sito turismo.comune.re.it! 

Spongata

La spongata è una chicca della cucina reggiana che non manca mai nei cenoni di Natale e di San Silvestro. Il suo nome sembra derivi da “sponga” cioè spugna, a causa dell’aspetto della superficie pizzicata che la fa sembrare, appunto, una spugna. L’aroma tipico alla Spongata viene dato dalle spezie che completano la ricetta. Questo dolce, per cui è stata richiesta la denominazione di origine protetta, nasce a Brescello nella bassa reggiana, ma si trova facilmente nelle migliori pasticcerie di tutta la provincia. Si tratta di un dolce piatto e rotondo con un interno di pasta morbida e consistente dal forte sapore speziato.

👉 Scopri la ricetta sul nostro sito turismo.comune.re.it! 

www.lucabonacini.it


NON SOLO DOLCI

Queste sono solo alcune delle tantissime ricette della tradizione reggiana legata al Natale. Sulle tavole il 25 dicembre non mancheranno, oltre a questi dolci golosi, alcuni dei classici della cucina emiliana. In particolare i cappelletti per i quali esistono diverse varianti di forma e di ripieno e che ricalcano usanze e abitudini del territorio. La sera della Vigilia è consuetudine mangiare un buon piatto di tortelli verdi reggiani (spesso alternati ai tortelli di zucca) e sulla tavola del 25 altro immancabile è l’arrosto ripieno alla reggiana. Una ricetta semplice ed economica ma molto gustosa. 

🔎 Se vi abbiamo incuriosito e volete scoprire alcune delle principali ricette della tradizione reggiana, consultate il nostro sito internet TURISMO.COMUNE.RE.IT !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.